sicilia, poesia e AD COMMUNICATIONS

Un tuffo tra paesaggi brulli che sembrano dipinti a mano e “suonano” come poesia. La Sicilia ci accoglie con una varietà di colore e di calore umano che non hanno uguali.

Filo conduttore della trasferta di lavoro è la promozione letteraria di Federico Li Calzi, poeta e scrittore agrigentino che AD Communications segue e accompagna tramite un servizio di ufficio stampa a 360 gradi dal lontano 2008.

LA SFIDA DI AD COMMUNICATIONS E’ RESTITUIRE DIGNITA’ AD UN GENERE “CONCRETO” COME LA POESIA

Il bilancio, positivo, è quello di una doppia presentazione: la prima a Palermo nello Spazio Cultura Libreria Macaione diretta dall’editore Nicola Macaione. Presenti sono i poeti Nicola Romano e Federico Li Calzi autore del terzo inedito di poesie “Tutto uguale a prima”.

La platea, numerosa e attenta, insieme all’abbinamento con la degustazione di vini pregiati, ha premiato l’evento.

Non meno importante l’intervista di Massimo Brizzi negli studi di Tele One:

Nei giorni successivi arriviamo ad Agrigento per parlare del nostro impegno per la cultura e la comunicazione della poesia al tempo della comunicazione di massa. Il nostro progetto approda su Teleacras con l’intervista realizzata dal collega Angelo Ruoppolo.

Un altro spazio mediatico è quello concesso dal giornalista Cesare Sciabarrà editore del quotidiano Canicattiweb.it dove AD Communications gestisce una rubrica sui temi di Comunicazione.

A bordo con..” è la trasmissione che ci vede ospiti. Il risultato è una chiacchierata in moto, tra domande, riflessioni e l’annuncio di un nuovo progetto che potrebbe mettere radici ad Agrigento. Un giro in macchina fino a Realmonte, nelle campagne già fiorite per l’arrivo della primavera anticipata, per ripercorrere la storia di un’aspirante giovane cronista. Il suo destino? Emigrare dalla Sicilia al nord Italia, per realizzarsi e realizzare progetti ambiziosi.

L’automobile insomma come una sorta di confessionale.

Guarda il video

La parentesi professionale per AD Communications si conclude ad Agrigento con la rassegna letteraria dedicata ai testi di poesia e prosa di Federico Li Calzi. Un evento che ha reso protagonisti gli studenti dell’Accademia Michelangelo coordinati dal prof. Nuccio Mula, critico d’arte e giornalista.  Una lezione a più voci sull’evoluzione stilistica e iconografica delle opere, conclusa con l’applauso degli studenti.

Ecco alcune foto dell’incontro:

La Sicilia ci regala così una nuova parentesi ricca di amicizia e connessioni professionali. Oggi ripartiamo da Bologna con rinnovata energia, dove nel 2016 nasce il nostro Studio.

Sicilia, arrivederci!

Write a comment:

*

Your email address will not be published.